Mireya Art story

Posted by on / 0 Comments

La tela raccoglie i sogni, le paure, le emozioni: la vita.
Che lo voglia o meno l’artista, questo è inevitabile.
Ma nel diventare immagini le emozioni si trasformano, cristallizzato. In questa nuova forma le paure fanno meno spavento e l’amore può rimanere eterno.
I dipinti di Mireya sono crisalidi in cui il sentimento riposa prima di prendere il volo con nuova forza.
Sono i gradini di una scala che è la vita e che salga o scenda, mai facile da percorrere.

I girasoli nel quadro raccolgono gli sguardi come il sole nel campo. Non staccano dallo sfondo ma per forme e tono vi si fondono con armonia.

Un padre porta in spalla il figlio, quanta forza ha questa immagine. L’amore che non va dichiarato per essere sentito, che c’è incondizionatamente. Mireya lo cattura nella luce, in uno sguardo nascosto, nelle mani salde sulle gambe del bimbo che non deve tenersi.

Una famiglia, la madre al centro, il seno florido per nutrire e continuare la promessa di un dono: la vita; che non è solo la sofferenza e la gioia del parto.

La bellezza che si racchiude nelle forme del corpo e nella fragilità dell’animo femminile.

Due uomini lottano, esaltandosi in un atto virile che però li rende estranei, lontani.
L’amore di una donna è un fiore che va colto donandovi cura e che il cieco egoismo della lotta può solo calpestare.

© All images are property of the artist and can’t be reproduced without consense